Vuoi Contattarci?

Parco Guido Rossa – Settecamini

Destinata a parco pubblico una superficie di circa 17.000 mq., nel settore Est di Settecamini lungo la via Tiburtina. 
Sull’estremo bordo sud, in prossimità con la via di Casal Bianco è stato rinvenuto, nel 1978, un insediamento antico , probabilmente una villa con peristilio oggi interrata. Nella fascia mediana, compresa tra la via di Settecamini e via di Casal Bianco, una grande area è riservata all’ampliamento del Centro Anziani, gli anziani ospitati saranno importanti i fruitori del futuro Parco. 
Il progetto del Parco “Guido Rossa” intende promuovere un’azione diffusa di riqualificazione e di conservazione del patrimonio esistente, delle preesistenze storiche e sociali ed anche del verde.

Il tema del progetto è infatti la realizzazione di un sistema di percorrenze tematizzate a carattere pedonale ed accessibili a tutti: il primo, longitudinale con andamento lungo la direttrice Nord-Sud, collega l’ambito urbano della Riserva Cacciatora con l’asse viario di Via Casal Bianco, e vede diverse qualità di spazi, luoghi di sosta, aree pavimentate e protette alternate da viali, rampe e scale; il secondo asse, trasversale, ha un andamento più costante e regolare e si sviluppa lungo la direttrice Est- Ovest collegando la piccola area destinata a parcheggio. Particolare attenzione è stata rivolta agli accessi al Parco che sono stati individuati in tutti i terminali delle percorrenze principali. Di particolare importanza sono i due accessi di via Casal Bianco e dell’insediamento Riserva Cacciatora, essi sono vere e proprie piazze, utilizzabili dalla comunità per manifestazioni culturali , attività ludiche… 

Il progetto prevede la realizzazione di nuovi parcheggi che si attestano in contiguità con gli accessi pedonali al parco: N. 28 posti lungo via di Casal Bianco, n. 14 lungo via Guido Rossa e la rifunzionalizzazione dell’area già destinata a parcheggio ubicata lungo la via Settecamini. 
– I viali: sono gli assi principali di attraversamento e i luoghi in cui si attestano le aree destinate alla sosta con sedute , la loro larghezza varia dai 4 ai 3,2 metri. Parallelamente ai viali e alle rampe, tra la pavimentazione in tufo e il canale a cielo aperto è previsto l’inserimento di una fascia in acciottolato prevista per orientare i non vedenti. Le superfici pavimentate rimandano al tufo sottostante . 
– I sentieri: con andamento più spontaneo e naturalistico , essi riconducono verso i luoghi tematici: radure, slarghi, alberi, la loro pavimentazione è la graniglia calcarea tipo Macadam. 
– Le stanze: nelle immediate vicinanze dei viali, si aprono le stanze, i luoghi dello stare, con sedute fisse in muratura di tufo e travertino. 
– La radura: è la meta per chi attraversa la selva vista la sua localizzazione sulla sommità del promontorio del versante sud, è un luogo protetto da una rotonda di pini. 
– L’area archeologica: sono previste opere di reinterro con materiale proveniente dagli scavi fino ad ottenere il completo livellamento. , la realizzazione di un sentiero che colleghi gli scavi alle percorrenze, la realizzazione di una seduta , la formazione di un tappeto erboso e la rimozione dell’attuale recinzione

Finanziamento: € 1.187.850,87 
Inizio dei lavori: giugno 2003 

Terminati i lavori nel pomeriggio del 18 maggio 2005 ,l’ assessore Carrazza ,il Presidente del municipio Caradonna e i cittadini di Settecamini hanno festeggiato la fine dei lavori del parco .

Il parco ,dedicato al sindacalista ucciso dalle BR nel 1979 viene inaugurato a novembre 2005 pur non completato interamente.

2 ettari :2900mq pavimentati-13mila area verde-770 area gioco bimbi.

0 Reviews

Write a Review

Eliano miatello

Read Previous

10 critical points from epic security manifesto inability

Read Next

Il cinema a settecamini

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.