Home FEATURED LA PASQUA AI TEMPI DEL COVID-19

LA PASQUA AI TEMPI DEL COVID-19

46
0


Chi avrebbe mai immaginato di dover formulare gli auguri per la Pasqua in un contesto così inquietante? Solo qualche mese fa avremmo definitivo fantascientifica una situazione del genere e le immagini che pervenivano da Wuhan apparivano così lontane, quasi appartenenti ad un altro mondo, a dispetto della globalizzazione e dell’unicità della famiglia umana.
Che si fa in casi del genere? L’esperienza ci ha insegnato che bisogna trarre il meglio da ogni situazione ed il COVID è arrivato ribaltando i nostri sistemi di vita, spesso indotti più che frutto di una scelta di vita lucida e consapevole: eh sì, perché siamo abituati a correre, a correre ed alla fine ci dimentichiamo persino dove saremmo dovuti arrivare.
Ma il nemico ora ci costringe a fermarci, a riflettere e a guardarci dentro per riscoprire mentre cercavamo l’impossibile la felicità era ad un passo da noi, nelle cose più semplici.
Ed intanto il mondo sembra prendere una boccata di respiro: finalmente dall’India si vede l’Himalaya, le acque di Venezia sono azzurre e quivi finalmente si scorgono le creature acquatiche.
E noi? Sembra che il mondo continui anche senza gli esseri umani, forse per ricordare a questi ultimi che il mondo deve essere rispettato e non può essere piegato a loro piacimento.
Inoltre, e non è da poco, forse l’essere umano si ricorda che non può vivere senza l’essere umano, che non siamo nati per stare da soli, perché fa ancora più male affrontare in solitudine questo dramma senza precedenti nella storia recente.
Ma, è qui il paradosso: anche se distanti fisicamente, ci ritroviamo vicini come non lo siamo mai stati: la paura e il dolore, la speranza, sono sentimenti che ora più che mai accomunano tutto il genere umano!
Alla fine di questa brutta storia scopriremo il valore di una passeggiata, il piacere del sole sulla pelle, l’emozione di un abbraccio, la gioia vera di ritrovarsi insieme.
In altre parole troveremo il vero valore di una comunità. Ora più che mai ne siamo convinti: la presenza di una vera comunità fa la differenza e cambia la qualità della vita…E questo in una vita che riscopriamo (non più a livello di principio, ma di dura prova) che vi sono cose più importanti dell’economia: la salute, gli affetti e la stessa vita.
A termine di questa lettera aperta voglio ringraziare i miei amici di avventura, a partire dai membri del direttivo del Comitato di Quartiere di Settecamini (in ordine alfabetico) Luciano Fantetti, Giovanni Magurno, Eliano Miatello, Emilio Montuori e Mario Pentassuglio, i “partner” migliori che potessi mai desiderare non solo per la loro indubbia competenza tecnica, ma per la loro alta carica umana e sociale.
Ringrazio i componenti del gruppo Pulitori (torneremo quanto prima a fare le mitiche giornate ecologiche) ed i soci del Comitato, sappiate che sono proprio fiera di voi, siamo una squadra meravigliosa che vanta bellissime persone che sono dotate di un alto valore civico: sono convinta che insieme faremo grandi cose!
Ed invero, siamo più determinati che mai a portare avanti le nostre battaglie e a risollevare il quartiere di Settecamini ai livelli che merita!
Grazie di cuore alle Istituzioni ed amministrazioni, agli altri Comitati di quartiere che ci stanno supportando in rapporto collaborativo sempre più intenso ed edificante per il bene comune.
Grazie di cuore alla meravigliosa comunità di Settecamini, al vostro affetto ed alla vostra vicinanza morale.
Grazie a chi in questo momento lavora in prima linea, come i medici, gli infermieri, i ricercatori nei quali riponiamo grandi speranze. Grazie agli operatori pubblici, ai commessi, agli autisti, alle forze dell’ordine, a tutti coloro che mettono a repentaglio la propria vita per tutelare la nostra. Non lo dimenticheremo mai!
E’ un momento difficile per tutti, ma ora più che mai abbiamo bisogno di una Pasqua nel vero senso della Parola, abbiamo bisogno di “risorgere”, di “rinascere”, di “rivivere” ed il mio augurio più sincero e più vero è quello che la Pasqua sia foriera di speranze concrete e di belle notizie per l’intera umanità.
Buona Pasqua Settecamini, buona Pasqua mondo.
Dal più profondo del mio cuore.
Avv. Khaty Crimeni
Presidente del Comitato di Quartiere di Settecamini