Home FEATURED EMERGENZA CORONAVIRUS: COMUNICATO DEL CdQ di SETTECAMINI

EMERGENZA CORONAVIRUS: COMUNICATO DEL CdQ di SETTECAMINI

10
0

In questi giorni stiamo seguendo con crescente apprensione l’evoluzione dell’epidemia da COVID-19 che si sta diffondendo rapidamente nel mondo intero, mettendo a serio rischio i sistemi sanitari dei Paesi coinvolti. Assistiamo a scenari surreali, qualcosa di simile a quello che abbiamo letto nei libri di storia, o in qualche romanzo storico, ma il nemico che sembrava storicamente o geograficamente lontano ora invece è alle porte.

In questa sede vogliamo esprimere per prima cosa solidarietà e vicinanza a tutti i contagiati, specie a quelli  più gravi, augurando loro di cuore di rimettersi al più presto; desideriamo altresì, manifestare apprezzamento all’operato del personale sanitario coinvolto in prima persona in questa importante battaglia. Non può mancare ovviamente un pensiero affettuoso a chi non ce l’ha fatta ed alle relative famiglie.

In un momento così delicato dobbiamo fare appello alla massima calma e prudenza, affrontando la situazione con responsabilità ed intelligenza. La raccomandazione primaria è quella di attenersi scrupolosamente alle misure necessarie, in particolare quelle previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri nr. 59/2020 e dall’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio nr. Z00004/2020, entrambe datate 8 marzo 2020, nonché dall’ultimo DPCM che rende tutta l’Italia “zona protetta” col decreto #iorestoacasa.

In questo momento la sfida più grande è quella di fermare il contagio, per tale motivo è assolutamente indispensabile modificare radicalmente le nostre abitudini di vita ed in particolare occorre:

  1. Non uscire di casa, se non in casi di assoluta necessità;
  2. Evitare i contatti e tenersi ad (almeno) un metro di distanza dalle altre  persone;
  3. Evitare nel modo più assoluto gli assembramenti di persone;
  4. Attenersi alle norme igienico-sanitarie previste;
  5. Contattare i numeri indicati in caso di necessità;
  6. Seguire tutte le altre misure stabilite dalle fonti legittimate.

NOTA BENE: E’ importante attenersi a questi comportamenti anche perché al momento non si dispone di un numero sufficiente di mascherine e gel disinfettanti.

Dobbiamo fare tutto questo per la nostra salute, per tutelare chi è più vulnerabile perché anziano, immunodepresso o comunque di salute cagionevole e per garantire la tenuta del Sistema Sanitario Nazionale, che non dispone di un numero tranquillizzante di posti di terapia intensiva.

Inoltre, bisogna dare credito solo alle notizie promananti dalle fonti ufficiali e titolate per evitare di diffondere inutili allarmismi.

In buona sostanza, siamo chiamati tutti ad un comportamento responsabile che potrà fare la differenza sull’esito di questa importante battaglia mettendo al più presto la parola fine ad un capitolo molto angoscioso della storia dell’Italia e del mondo.

Esortandovi a questo comportamento responsabile, che può concorrere a salvare molte vite umane, vi invitiamo ad essere più uniti, sebbene in questo periodo non possiamo esserlo dal punto di vista strettamente fisico, ma una comunità unita non sarà sola ma risulterà più forte nella lotta contro il comune nemico. E quando questo incubo sarà finalmente finito, riscopriremo quanto sarà   bello ritrovarci insieme.

Concludendo, nonostante la drammaticità del momento, noi intravediamo orizzonti di speranza, perché se la Cina è riuscita a fronteggiare il virus in tre mesi e conta più di un miliardo di abitanti, noi possiamo fare ancora meglio, perché il nostro Paese vanta l’eccellenza della sanità, delle risorse indiscusse e quando è messo alle strette sa dare il massimo.

Ma dipende anche da noi e dal nostro comportamento responsabile.

Coraggio, dobbiamo essere forti, determinati, coraggiosi, responsabili, uniti, e sicuramente   ce la faremo!

Il Presidente del Comitato di Quartiere di Settecamini

Avv. Khaty Crimeni